top of page
  • R&T Costruzioni

I bonus edilizi del 2023 !!!

Aggiornamento: 1 mar 2023

Ecco la guida aggiornata di tutti i bonus attivi per quest'anno!


Il Superbonus 110% è attivo nelle seguenti modalità:


1) Condomini, persone fisiche proprietarie (o comproprietarie) di edifici composti fino a 4 unità immobiliari e Onlus, Associazioni di volontariato e Associazioni di promozione sociale, la detrazione spetta nella misura del 110% anche per le spese sostenute nel 2023 se la CILAS è stata presentata entro il 31novembre 2022.


2) Edifici unifamiliari o unità funzionalmente autonome

Se i lavori sono iniziati prima del 1° gennaio 2023, la detrazione è pari al 110%:

- per le spese sostenute fino al 30 giugno 2022;

- per le spese sostenute fino al 31 marzo 2023 se al 30 settembre 2022 sono stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo.


Se i lavori sono iniziati nel 2023, la detrazione spetta nella misura del 90% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023.


Cantiere Superbonus 110% unifamiliare della ditta R.&T. Costruzioni s.a.s. - Villafranca d'Asti (AT) - 2022


In alternativa, è ancora attivo il 50% per impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo e il 65% per il solare termico e le caldaie a pompa di calore.


Centrale termica di esempio - Villafranca d'Asti (AT)



Inoltre, resta anche il bonus 50% per tutte le ristrutturazioni: per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2024 la detrazione è elevata al 50% e il limite massimo di spesa è di 96.000 euro. La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Cantiere della ditta R.&T. Costruzioni s.a.s. - Vigliano d'Asti (AT) - 2022



BONUS MOBILI: Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore classe A per i forni, alla classe E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, alla classe F per i frigoriferi e i congelatori destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L'agevolazione spetta per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2024 e può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei beni.

La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 8.000 euro per l’anno 2023 e a 5.000 euro per il 2024. Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione era pari a 16.000 euro, mentre per l’anno 2022 era pari a 10.000 euro.


Il bonus verde consiste in una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per i seguenti interventi:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi

  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Danno diritto all’agevolazione anche le spese di progettazione e manutenzione se connesse all'esecuzione di questi interventi.

La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. Pertanto, la detrazione massima è di 1.800 euro (36% di 5.000) per immobile. La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato questa agevolazione fino al 2024.





77 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


  • Facebook
  • Instagram
bottom of page